Riduci chat
Chiedi a Sophia

Scopri come il crowdfunding può aiutarti a raccogliere fondi

‘Coltiviamo Buone Idee!’ è il progetto del Credito Cooperativo Romagnolo, in collaborazione con IdeaGinger, che mette le ali ai progetti di enti ed associazioni non profit del territorio attraverso il crowdfunding, la raccolta fondi online.

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla, e funding, finanziamento) consente di reperire fondi coinvolgendo un alto numero di persone con campagne digitali e social. Ogni anno, sono sempre di più i progetti culturali, sociali o sportivi che raggiungono il successo grazie a questa forma di finanziamento. Conoscerne i segreti per coinvolgere e motivare non solo la propria comunità di riferimento, ma anche un numero sempre di alto di sostenitori, è quindi sempre più indispensabile.

‘Coltiviamo Buone Idee!’ nasce, nel 2018, proprio per rispondere a questo scopo. Un progetto in cui la Banca crede fortemente e in cui la sua spinta continua verso la trasformazione digitale si sposa perfettamente con la sua tradizionale propensione verso il territorio e il sociale.

Come funziona?
‘Coltiviamo Buone Idee!’ è un vero percorso formativo in cui le associazioni coinvolte, accompagnate passo dopo passo dagli esperti di Idea Ginger, la piattaforma di crowdfunding del territorio con il più alto tasso di successo in Italia, imparano ad utilizzare tutti gli strumenti necessari non solo alla raccolta fondi, ma anche alla costruzione delle strategie di marketing e di sensibilizzazione verso i temi di loro interesse. In più, ogni anno il Credito Cooperativo Romagnolo seleziona i progetti più interessanti a cui dedicare un contributo extra.

Nel corso delle prime tre edizioni fisiche, a cui si aggiunge l’edizione 2020 interamente digitale, la Banca ha già sostenuto 37 progetti che hanno raccolto complessivamente oltre 95.000 mila euro grazie al supporto di quasi 2.500 sostenitori (*)

(*) Dati aggiornati a maggio 2020 e non comprensivi della 4° edizione

>> Scopri le precedenti edizioni

>> Scopri l’edizione 2020 ancora in corso