Riduci chat
Chiedi a Sophia

Pagamenti elettronici e credito d’imposta: le novità dal 1° luglio 2020

Da Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020,  sono 2 le mosse che puntano
ad incentivare l’uso dei pagamenti elettronici e a scoraggiare l’utilizzo del contante.

 

BONUS POS 2020:

E’ operativo dal 1° luglio 2020 il credito d’imposta sui pagamenti elettronici, con lo scopo di rafforzare i pagamenti digitali come forma di lotta all’evasione fiscale, il tutto attraverso bonus sui pagamenti elettronici.
L’agevolazione opera nella misura del 30% sulle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante CARTE DI CREDITO, DI DEBITO O PREPAGATE O MEDIANTE ALTRI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICI TRACCIABILI. Commissioni riferite a cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti di consumatori finali a partire dal 1° luglio 2020.
Ne potranno fruire le imprese e i liberi professionisti che, nel corso dell’anno d’imposta precedente a quello di riferimento, abbiano conseguito ricavi e compensi per un importo non superiore a 400.000 euro.
L’agevolazione è utilizzabile solo in compensazione con i modelli di pagamento F24, a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa. Nel dichiarativo 2021, periodo d’imposta 2020, è previsto un apposito codice “credito d’imposta” per indicare l’entità del credito spettante. Inoltre, come da espresse previsioni legislative, l’agevolazione non è tassata né ai fini reddituali né ai fini IRAP.

Per beneficiare del Bonus POS sarà necessario per l’esercente disporre di un POS per la gestione dei pagamenti digitali. Il CCR , da sempre al fianco dell’economia del territorio, promuove DIVERSE SOLUZIONI  per incassare in modo sicuro e veloce da carte di credito e debito o prepagate, pensate per supportare esercenti e imprenditori.
In particolare, fino a al 30 Settembre è attiva una promozione sui POS in mobilità, ideali per tutte le attività impegnate in attività di consegna a domicilio, pratici, di facile utilizzo che consentono di accettare pagamenti da tutte le tipologie di carte. Sono ora disponibili senza canone mensile per i 3 mesi successivi all’attivazione – purché questa avvenga entro e non oltre il 30/09/2020 – per sostenere attivamente il gran numero di commercianti che presentano l’esigenza di ricevere pagamenti POS all’esterno del proprio esercizio.
Per le aziende che hanno attivo un portale di e-commerce , il CCR propone il PayWay, un sistema sviluppato per essere integrato con qualsiasi sito e/o sistema, in grado di accettare tutte le tipologie di carte.
Dedicato alle aziende che non dispongono di un portale e-commerce, invece, PayWayMail è il sistema che permette di incassare attraverso l’invio di un link di pagamento tramite mail o SMS, abilitando in questo modo un canale di pagamento sicuro per carte di credito e prepagate. Facile da attivare e utilizzare, il servizio non richiede la presenza di un carrello elettronico e  include un’ampia gamma di funzionalità a supporto dell’attività commerciale, tra cui la possibilità di stornare totalmente o parzialmente gli importi ricevuti.
Per saperne di più, CLICCA QUI o rivolgiti alla filiale CCR di riferimento.

PAGAMENTI CASH: NUOVO LIMITE AL CONTANTE

Il nuovo limite per il pagamento in contanti è ufficialmente in vigore dal 1 Luglio 2020: la soglia per l’utilizzo del contante viene ridotta a 1.999,99 euro  e, salvo modifiche, è destinata a scendere ulteriormente a 999,99 euro dal 1° gennaio 2022.