Il Consiglio di Amministrazione del Credito Cooperativo Romagnolo ha approvato l’aggiornamento del Regolamento in materia di attività di rischio e conflitti di interesse nei confronti dei soggetti collegati in attuazione delle disposizioni di vigilanza di cui al Titolo V, Capitolo 5, della Circolare Banca d’Italia 27 dicembre 2006, n. 263, previo parere favorevole espresso dal Collegio Sindacale e dagli Amministratori Indipendenti.

Obiettivo delle menzionate disposizioni è quello di presidiare il rischio che la vicinanza di taluni soggetti ai centri decisionali della Banca possa compromettere l’oggettività e l’imparzialità delle decisioni relative alla concessione di finanziamenti e ad altre transazioni nei confronti dei medesimi soggetti, con possibili distorsioni nel processo di allocazione delle risorse, esposizione della Banca a rischi non adeguatamente misurati o presidiati, nonché potenziali danni per depositanti e Soci.