Riduci chat
Chiedi a Sophia

Sospensione dei mutui, CCR aderisce alla moratoria

Credito Cooperativo Romagnolo  aderisce alla moratoria prevista dal decreto “Cura Italia” (decreto legge n. 18, del 17.03.2020) mirata a mitigare gli effetti sul tessuto economico dell’emergenza sanitaria in corso. 

In questo modo, la Banca mette rende disponibile ai propri clienti (privati, professionisti e imprese) la possibilità di sospendere le rate di mutui e fidi per difficoltà riconducibili all’epidemia da Coronavirus.

Per quanto riguarda le aziende, come previsto dal decreto, la moratoria è riservata alle imprese con sede in Italia che abbiano i seguenti requisiti: 

 

  •  meno di 250 dipendenti;
  • fatturato inferiore ai 50 milioni di euro;
  • fatturato superiore a 50 milioni ma con attivo patrimoniale non superiore ai 43 milioni di euro.

 

Il modulo di autocertificazione per le imprese è scaricabile QUI e va compilato e inviato via PEC a ccr@pec.ccromagnolo.it.

Per quanto riguarda i nuovi requisiti di accesso previsti dal Decreto Cura Italia D.L.18/20, che estende la misura anche ai liberi professionisti e lavoratori autonomi, clicca qui per scaricare il modulo di richiesta sospensione rate mutuo prima casa

Sarà cura della Banca, non appena ricevuta la documentazione, provvedere ad aggiornare tale sezione e rendere disponibile alla propria clientela tutta l’informativa e la relativa modulistica necessaria a procedere con le richieste di sospensione.

Per tutti i dettagli e le informazioni sulla moratoria si può contattare telefonicamente  la propria filiale di riferimento o il Gestore Impresa.