Riduci chat
Chiedi a Sophia

Strutture ricettive e attività connesse, nuovi finanziamenti agevolati

Da CCR nuovi interventi per la ripartenza delle imprese del turismo che si aggiungono alla sospensione dei mutui e al plafond da 50 milioni di euro.

Credito Cooperativo Romagnolo continua a fare la propria parte, con grande senso di responsabilità, per sostenere l’economia locale messa a dura prova dall’emergenza sanitaria da Covid-19. La Banca, infatti, ha predisposto ulteriori misure per alleggerire i costi e facilitare l’accesso al credito delle imprese in difficoltà che si vanno ad aggiungere a quelle già adottate, come la moratoria su fidi e mutui e la costituzione di un plafond da 50 milioni di euro di prestiti agevolati. 

 

Il nuovo pacchetto di misure è destinato alle strutture ricettive e alle attività commerciali connesse, particolarmente colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento dell’epidemia, che si trovano a sostenere i costi d’impresa a fronte di una drastica riduzione della loro produttività.  Una situazione di grave emergenza, in un settore strategico per il territorio, per far fronte alla quale CCR ha provveduto, con tempestività, a deliberare una serie di strumenti per dare liquidità alle imprese, far sì che riescano a superare il momento più acuto della crisi, ed essere pronte e a riagganciare la ripartenza, salvaguardando il più possibile anche il livello occupazionale. 

 

I nuovi strumenti di finanziamento al settore turistico andranno a sostenere le attività clienti. In particolare:  strutture ricettive e relative attività commerciali connesse, come alberghi, stabilimenti balneari, ristoranti, bar, commercio al minuto ed esercizi similari, per le quali la Banca ha predisposto finanziamenti a condizioni particolarmente agevolate, con spese di istruttoria gratuita, varie tipologie di rate e con la possibilità di richiedere la garanzia del Medio Credito Centrale, anche per “consolidare” mutui e/o fidi già in essere. 

Credito Cooperativo Romagnolo resta dunque impegnato a tutto campo per sostenere le imprese locali, attivando tutte le misure possibili per far sì che tutti insieme si possa tornare a programmare una ripartenza, nel più breve tempo possibile. 

 

Per ulteriori informazioni sulle modalità di accesso ai finanziamenti si può contattare la propria filiale CCR di riferimento o il proprio gestore impresa.